Tutte le differenze che ci sono tra la caldaia centralizzata e quella autonoma

Caldaia centralizzata

  1. La caldaia è centralizzata quando vi è un solo apparecchio che serve per produrre acqua calda e per riscaldare tutti gli appartamenti di uno singolo stabile. Questo significa che gli appartamenti non hanno apparecchi di proprietà ma tutti usano la caldaia comune.
  2. Lettura consumi. I consumi della la caldaia centralizzata sono comuni e non c’è modo di saper quanto ha effettivamente consumato ogni nucleo famigliare. Pare però che diventi obbligatorio l’installazione del conta kilocalorie che ha proprio questa funzione: registrare i consumi di ogni apprettamento.
  3. Divisione bolletta. Ora il punto più dolente: la divisione della bolletta, che è unica. Si divide in anse ai metri della casa poiché non è possibile sapere quanto di preciso ogni persona ha consumato. In questo senso, il problema è piuttosto grande.
  4. Costo manutenzione. Per fortuna vi è un vantaggio in questa situazione: la divisione del conto relativo all’intervento della ditta di manutenzione e riparazioni caldaie Roma così ognuno paga molto meno rispetto a chi ha una caldaia autonoma.

Caldaia autonoma

  1. Quando un apparecchio ha il compito di riscaldare e produrre acqua calda per un solo singolo appartamento si tratta di caldaia autonoma, che spesso si trova proprio dentro la casa: in cucina, in bagno, in ripostiglio; oppure, a volte, può anche esser nelle parti comuni dello stabile, come in fondo al giro scale.
  2. Lettura consumi. Non ci sono problemi a leggere i consumi poiché quelli riportati in bolletta sono relativi alla singola famiglia che ha la caldaia di proprietà.
  3. Divisione bolletta. La bolletta non deve essere divisa con nessuno e non ci sono problemi di dover stabilire chi deve pagare cosa; nemmeno se la casa è data in affitto: l’inquilino pagherà il conto senza doverlo dividere con il proprietario.
  4. Costo manutenzione. Il costo relativo agli interventi della ditta di manutenzione e riparazioni caldaie Roma sono tuti a carico del singolo, cioè del proprietario della caldaia che serve il singolo appartamento, che dovrà quindi sostenere una bella spesa da solo.